I lost myself

"Io ci sono. Con lo sguardo spento, il sorriso finto, la mente piena di brutti pensieri, il cuore a pezzi, ma ci sono sempre, per tutti."

E quando mi disse: ‘La differenza è che io cancello tutto delle persone lasciate alle spalle e tu no.’ Mi aveva come sparato da neanche 5 cm, era un colpo sicuro, una pallottola che mi avrebbe centrato in pieno. Era come dire: ‘Mi sei stato vicino ok, ma ora non mi servi più addio.’ Neanche un grazie c’era. E dio, quella frase, quelle parole, mi rimbombavano in testa e per sempre rimbomberanno lì.

—ilragazzodepresso (via ilragazzodepresso)

(via il-pazzo-della-porta-accanto)

  • x: io ho capito una cosa di te.
  • me: ah si? cosa?
  • x: faresti di tutto per strappare un sorriso agli altri.
  • me: lo so, lo sanno tutti.
  • x: ma io so che tu non sorridi mai.
  • me: ah..

Ti accorgerai che ti manca quando tutto quello che stai facendo ti stancherà, e tornando a casa ti sentirai solo nel prendere quel telefono e non trovare il suo messaggio. Te ne accorgerai la mattina, quando al posto di un ‘buongiorno’ leggerai l’orario..

Dopo tutto, t’ho voluto bene.
Ma t’ho voluto bene davvero.
Forse un poco più del bene che si vuole ad un amico. Forse un poco meno del bene che si vuole ad un genitore. Forse neanche io so quanto te ne ho voluto.
Ma ti lascio un consiglio: sta attento, mio caro, a non far andare a male l’amore. M’han detto che si trasforma in odio.
Ed io solo so quanto é brutto odiare chi s’é amato.